mercoledì 27 luglio 2011

Cosa cucino: Riso patate e cozze





Ho sempre sentito parlare di questo piatto dalle mie amiche pugliesi...qualcosa di strepitoso, inimmaginabile, imparagonabile, assolutamente da provare!
Non riuscivo a pensare ad un abbinamente tra i tre ingredienti, riso, patate e cozze appunto, se non come ad un pappone, una zuppa densa dal sapore indecifrabile...non so perchè non ero in grado di visualizzare questa meraviglia...una teglia con un primo di pesce allo stesso tempo cremoso e croccante, con i colori e il sapore del mare!
Dato che come sapete non sono molto brava con pesci e crostacei, ho affidato la preparazione alla mia mamma...e il risultato ha superato le aspettative. 
Davvero uno dei piatti più buoni che io abbia mai mangiato. Le pugliesi avevano ragione...
Vi consiglio di provare questa ricetta, ma solo se avete delle cozze veramente fresche...e magari anche già pulite da qualcuno...è un lavoro talmente lungo e noioso...
La preparazione è anche piuttosto semplice e veloce. Probabilmente, dopo aver visto mia madre all'opera, avrei potuto fare qualcosa di buono anche io...
Portare a tavola una teglia di riso patate e cozze farà la gioia di tutti i vostri amici.
Provate anche se come me non siete vere donne di mare e fatemi sapere se vi ho dato un buon consiglio!
Buona giornata!

Queste meravigliose ciotoline a forma di conchiglia sono un omaggio di Villa D'Este Home.



 INGREDIENTI (6 persone)

1/2 cipolla
6 patate
3 pomodori maturi
qualche pomodorino
prezzemolo
Pecorino grattugiato a volontà
250 gr di riso
1 kg di cozze già pulite e aperte

 PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 180°. Disporre su una teglia le patate tagliate a fette e condirle con sale (poco), abbondante pecorino, olio, prezzemolo, cipolla tagliata a cubetti e pomodori tagliati a pezzi.
Coprire con uno strato di cozze aperte (eliminare la parte vuota del guscio).
Riempire le cozze con riso crudo e condire con il sale (poco), pecorino, pomodori e olio. Coprire con uno strato di patate a fette e condire  ancora con formaggio, sale (poco), prezzemolo e olio. Mettere in forno per 5 minuti. Poi, aggiungere acqua bollente fino a ricoprire il tutto. Far cuocere per circa un’ora.

lunedì 25 luglio 2011

Come mi vesto: Estate arancione

Urban Outfitters



Mai come in queste ultime settimane ho avuto tanta voglia di colori accesi, pastello e fluo!
In particolare adoro l'arancione, anche se è un po' troppo in tinta con il colore dei miei capelli, e con la mia quasi-abbronzatura fa un po' a cazzotti, ma a me piace...e chi se ne frega!
Come vi ho già detto, l'estate comanda colore bianco, ma ogni tanto non guastano anche il giallo, il rosso, il verde e il rosa in tutte le sfumature. Bandito il nero, almeno nel mio guardaroba, a meno che non sia espressamente richiesto dall'occasione molto elegante!
Vi consiglio di indossare l'arancione senza eccedere con gli abbinamenti...che peraltro io odio!
Non è necessario avere la t-shirt, lo smalto, il rossetto, le scarpe,  la cinta e la borsetta dello stesso colore...davvero, non è necessario....anzi è SCONSIGLIATISSIMO!
Ovvio, non metterei una gonna verde, con la maglia arancione, la cinta rossa, le scarpe marroni e la borsa viola...ma cercate di dosare sempre i colori con buon gusto...
Quindi, arancione SI', con il bianco, il jeans, il beige...e forse anche con un rosa pallido, ma niente di più!
Fatemi sapere se vi piace la mia selezione. Io adoro gli orecchini...
Buona giornata a tutti!

Zara



Asos





mercoledì 20 luglio 2011

Cosa cucino: Tortina di pesche gialle con marmellata di melograno

Amo la frutta!
Al primo posto metterei le ciliegie, seguite da melone e pesche a pari merito, e subito dopo da fichi e uva.
Oggi parlerei della mia qualità preferita di pesche... gialle, con la buccia pelosa e possibilmente formato maxi. Mi piace anche la pesca noce, purchè sia durissima , non butterei via nemmeno quella rossiccia e vellutata e non disdegni per nulla  quella sciroppata...ma la gialla è di certo al numero uno nella mia personalissima classifica delle pesche!
Ne compro sempre in quantità industriale, perchè tra me e mio marito facciamo a gara a chi ne mangia di più, ma finisce sempre che per lasciare l'ultima a lui o viceversa,  qualche peschetta resti quasi senza vita in frigo.
Io le ho salvate cucinando questa tortina deliziosa. 
Morbidissima grazie alla ricotta, quasi si scioglie in bocca morso dopo morso. Ho voluto renderla più golosa aggiungendo nell'impasto qualche cucchiaio di marmellata di melograno di Rigoni di Asiago che ha un gusto delicatissimo, dolce e acidulo insieme. Secondo me si sposa benissimo al sapore delle pesche. Vi consiglio di provare questo accostamento!
Buon pomeriggio a tutti!

INGREDIENTI

300 gr di farina 00
3 uova
6 pesche gialle
150 gr di zucchero
150 gr di burro fuso
1/2 bustina di lievito
200 gr di ricotta
Marmellata al melograno Rigoni di Asiago


PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 180°.
Montare le uova con lo zucchero per un paio di minuti. Aggiungere la ricotta setacciata e mescolare con un cucchiaio di legno. 
Aggiungere poco per volta il burro fuso (una volta freddo), la farina e il lievito.
Sbucciare le pesche, tagliarle a pezzi e aggiungerle all'impasto senza mescolare troppo per evitare che si rompano . Rivestire uno stampo da Plum cake con carta forno e riempire con l'impasto. Versare delle generose cucchiaiate di marmellata sulla superficie e lasciarle sprofondare.
Cuocere per 40 minuti a 180°.



lunedì 18 luglio 2011

Cosa mi metto: Jelly Shoes

Da piccolina facevo il bagno in mare solo con le scarpine bianche di plastica perchè avevo una paura matta di essere punta dalle tracine (pesci cattivissimi con un dorso velenoso che si nascondono sotto la sabbia...e se per sventura li pesti con un piede, fanno un male pazzesco!).
Per anni le scarpe di plastica erano per me solo un accessorio da spiaggia.
Poi sono diventate oggetto del desiderio.  Ricordo ancora la prima volta che le ho viste nella vetrina di Purple a Milano, uno dei miei negozi preferiti, davanti alle colonne di San Lorenzo (non so se esiste ancora!).
Pensai "Sembrano le scarpine di Cenerentola!" e me ne innamorai a prima vista! Erano delle decoltè trasparenti con pagliuzze argentate...meravigliose e fiabesche...ma il prezzo non era alla portata del mio budget da studentessa squattrinata!
Più avanti negli anni, le ho ritrovate in un  altro negozio, ad un prezzo più accessibili e le ho provate...e le ho comprate!
Ora le trovo su tutti i giornali e sono la moda dell'estate 2011!
Potete usarle ovunque, addirittura anche in spiaggia...ma non per fare il bagno!!! Sono anche una valida alternativa allo stivalone di plastica quando piove...ma solo se la temperatura supera i 25°...non provatele a gennaio...alla moda sì, ma senza rimetterci in salute!
Un consiglio: scegliete un modello veramente comodo e ben fatto perchè io ne ho comprate un paio carinissime al mercato, ma dopo 10 minuti avevo vesciche ovunque. Quindi meglio spendere qualcosa in più, piuttosto che lasciarle per sempre in guardaroba con la suola ancora pulita!
Vi propongo qualche modello tra quelli che più mi piacciono. Ditemi la vostra come sempre!
Buona giornata!

Camomilla
Un classico...le Melissa di Vivienne Westwood


Colors of California

Furla


Kate Spade

Marc Jacobs

Moschino per Kartell

Very chic...Chanel!

venerdì 15 luglio 2011

Cosa cucino: Tortina al limone

Dove abito io in estate, c'è una pasticceria formidabile...ed è proprio sotto casa mia!
Molto spesso, al mattino, trovo un sacchettino fuori dalla porta di casa con dentro la mia brioche preferita (la sfogliatina con crema e mele o la girella con l'uvetta)...indovinate chi mi coccola così? 
Papà e mamma...numeri uno!
Ma quando loro non ci sono, mi accontento di pochi e sani biscottini , magari ai cereali, senza zucchero, senza latte, senza uova e senza grassi...e senza biscotto, da pucciare in una tazza di latte supermagro e senza lattosio...per poi andare in spiaggia con una parvenza di pancia piatta!
In questi giorni fa troppo caldo per accendere il forno, eppure ieri ho avuto il coraggio di farlo per cucinare una delle mie tortine preferite.
Mi mancano troppo gli impasti crudi da assaggiare, il miracolo della lievitazione in forno, la prova stecchino...e assaporare un pezzo di torta appena sfornata pensando "anche questa volta è andata!"
Quindi questa mattina mi sono svegliata snobbando le mie briochine preferite lasciandole fuori dalla porta, e mi sono concessa una generosa fetta di torta "tanto sudata"...nel vero senso della parola!
Invece del solito caffè, ho voluto accompagnarla con un bicchiere di tè Prince of Wales, inviatomi da Twinings qualche settimana fa. Sapete che bere bevande calde quando ci sono 40° all'ombra  (o a  Londra...come diceva la mia ex coinquilina!!!)  disseta moltissimo? Proprio come fanno le popolazioni che abitano nel deserto...provate anche voi e fatemi sapere! Io non ci credevo, e invece...
Buona giornata a tutti!


Il pacchetto inviatomi da Twinings...un regalo graditissimo! Il mio preferito è il te alla menta, perfetto per questa stagione.
 





Il bicchiere rosso è un omaggio di CHS Group...lo trovo meraviglioso!







INGREDIENTI
NB: Utilizzate il vasetto di yogurt come misurino
1 vasetto di yogurt agli agrumi da 125 gr
3 uova
2 vasettidi zucchero
3 vasetti di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1/2 vasetto di olio di semi
Granella di zucchero
Scorza di mezzo limone
PROCEDIMENTO
Preriscaldare il forno a 180 °. Mescolare le uova e lo yogurt con un cucchiaio di legno. Aggiungere prima lo zucchero, poi la farina con il lievito, infine l'olio sempre continuando a mescolare e la scorza di mezzo limone grattugiata.
Versare l'impasto in una tortiera foderata con carta da forno (io ho scelto una forma da plum cake della Guardini) cospargere con la granella di zucchero e infornare per 20 /30 minuti.
Lasciare raffreddare la torta e decorare con una spolverata di zucchero a velo.



martedì 12 luglio 2011

Come mi vesto: La ciabattina con il foulard

Ricordate il post dedicato agli abiti bianchi
Vi avevo suggerito l'abbinamento con delle ciabattine color cammello, oro o argento...evidentemente non avevo ancora visto quelle proposte da Avec Moderation.
Prodotte in Toscana con pelle e stoffe di prima qualità, sono, a mio parere, ideali per un aperitivo lungo in spiaggia o per una festa in giardino, da abbinare ad abitini bianchi, camicioni di lino o ad un semplice pantaloncino jeans con t-shirt. Vi consiglio comunque di scegliere abiti a tinta unita  e di non eccedere troppo con i colori, dal momento che questi sandaletti sono allacciati alla caviglia con foulard a fantasia molto particolari.
Ho dato un'occhiata al sito e mi sono innamorata di praticamente tutti i modelli. 
Non saprei scegliere tra le flip flop e le open toe, per non parlare poi della varietà di colori e fantasie dei foulard...
Ecco i miei colpi di fulmine...un po' troppi vero?
Buona giornata a tutti!







venerdì 8 luglio 2011

Cosa cucino: Bruschetta pomodorini e vongole

Voglia di cucinare saltami addosso!
Ho un raffreddore tremendo (non mi ammalo mai, ma quando capita sto da schifo!).
Gn-ometto ha fatto un altro vaccino e ha preso anche lui il raffreddore...nervosetto direi!
Fa caldissimo e le previsioni dicono che sarà sempre peggio.
Non ho voglia di fare nulla, nè per me stessa nè per gli altri...vorrei solo DORMIRE...ma non posso!
Per fortuna c'è il mio papà che mi coccola un po' e mi prepara dei pranzetti deliziosi quando vede che sono un po' fuori forma!
Nella nostra casa al mare i miei genitori hanno un appartamento a piano terra e io e i miei due ometti uno al primo piano...perciò ogni tanto sento dei passi sulle scale e poi qualcuno che bussa alla porta chiedendo permesso e capisco che sta arrivando qualcosa di speciale per me!
Il mio papà porta i suoi bei vassoietti, trastulla un po' Gn-ometto e mi lascia mangiare in pace...
Che bello! Grazie Papi!
Buona giornata a tutti!





INGREDIENTI

Fette di pane casereccio
Pomodorini
Vongole già pulite e sgusciate oppure surgelate
peperoncino fresco
prezzemolo
1 spicchio di aglio


PROCEDIMENTO

Se avete le vongole ancora nel sacchetto, fatele spurgare in una pentolona di acqua fredda per un paio di ore, poi passatele in una padella a fuoco medio e aspettate che si aprano per bene tenendo il coperchio chiuso. Una volta aperte, togliete il guscio...per non impazzire, potete anche comprarle surgelate.
Preparare un sughino con i pomodorini, olio e uno spicchio di aglio. Far cuocere per 5 minuti e  poi aggiungere le vongole sgusciate. Ancora pochi minuti sul fuoco e il sugo è pronto.
Far abbrustolire in forno delle fette di pane e poi condirle con il sugo, il prezzemolo fresco e qualche pezzettino di peperoncino, se vi piace!

lunedì 4 luglio 2011

Mi vesto per...Matrimonio di amici

Nuova rubrica: Mi vesto per...
Magari vi interessa sapere cosa c'è nel mio guardaroba e cosa indosso in occasioni speciali e spero anche di riuscire a darvi qualche idea e una dritta in più se non siete convinte del vostro look e se proprio non sapete cosa mettere. Sempre meglio seguire i consigli di una come voi che  quelli di una rivista di moda o di una blogger stragnocca che può indossare quello che vuole perchè ha un fisico strepitoso e un bancomat GOLD! Io non faccio nomi...ma ammetto di essere un po' invidiosa ogni tanto!
Già qualche tempo fa vi avevo mostrato delle cosette direttamente dal mio armadio e mi siete sembrate molto interessate all'argomento, perciò ora vi farò vedere come mi sono vestita per il matrimonio dei miei amici Monica e Maurizio, lo scorso sabato.
Pioggia che non finiva più, freddo e nebbia e look decisamente poco adatto alla temperatura freddina della giornata...ma tutte come me hanno avuto lo stesso problema...non avrei mai immaginato di dover indossare uno spolverino il 2 luglio.
Amo l'abbinamento blu-beige, lo trovo molto elegante, e amo il mio vestitino "fioccoso" molto bon tone bon-bon (da definizione di mio padre!!!).
Qualcuna se lo ricorderà...è uno dei regali di compleanno .
L'ho abbinato ai sandali blu, regalo di mio marito, e ad una stola dello stesso colore...super affare in un negozio cinese (5 euro...ma gran figurone!).
La pochette di seta e paillettes aveva tra i colori anche il blu e il beige...colpo di fortuna!
Avrei indossato anche i miei nuovi occhiali da sole (STUPENDI), ma mancava il sole...e mi sarei sentita un tantino ridicola...un po' come quelli che vanno in discoteca con gli occhiali a specchio!!!
Ho lasciato i capelli sciolti e un po' boccolosi ed ho scelto un trucco molto naturale sui toni dell'arancio, che sulla mia pelle chiara e lentigginosa sta molto bene!
In tarda serata, quando i piedi non stavano più nel sandali, ho sfoggiato le mie ballerine blu elettrico e mi sono lanciata nelle danze! Dimenticavo di dire che ero la regista ufficiale della giornata e ho passato ore ed ore in piedi a seguire gli sposi ovunque...le ballerine sono state una manna intorno alle 2 di notte!
Spero vi piaccia questo look e se avete bisogno di un consiglio sul vostro look non esitate pure a scrivermi una mail. Sarò felice di dire la mia!
Buona giornata!









Il regalo che mi sono fatta per il mio compleanno...


La cartina di New York stampata all'interno mi ricorda la città che più amo al mondo!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...