sabato 3 dicembre 2011

Cosa cucino: Il ciambellone della nonna

Ecco un'altra sana merenda per grandi e piccini!
Il ciambellone della mia nonna era IRRIPETIBILE, come tante altre cose che solo lei sapeva cucinare così buone. Preparava piatti semplici, ma sempre deliziosi e dal sapore unico.
Sapori che non ho mai più ritrovato pur seguendo alla lettera le sue ricette! Non so dirvi quanto fossero straordinariamente buone le sue zucchine trifolate, e il sugo con le polpettine, la marmellata di pomodori verdi, e la pizza rustica con le verdure che mi preparava per le gite scolastiche...che brava che era!
Ricordo ancora quando prima di prendere il treno per tornare a Milano dopo il finesettimana a casa passavo da lei in campagna, in genere alle 6 di mattina del lunedì,  e trovavo sempre lì pronta ad aspettarmi una bella tortina da portare via con me. La mia preferita era quella di mele...prima o poi ve la proporrò!
Conservo gelosamente la sua agenda delle ricette e ogni tanto mi cimento in uno dei suoi dolcetti...ma come vi dicevo, è impossibile ritrovare quei sapori che solo lei sapeva creare!
Gn-ometto ha apprezzato comunque molto il mio tentativo e vi consiglio di provare a preparare questa ciambella perfetta per la colazione e la merenda. Vi dirò che io l'ho servita anche per un dopo cena accompagnata da un cucchiaio di crema pasticcera e una spolverata di cannella...un successone!
Buon pomeriggio a tutti!





INGREDIENTI

200 gr di zucchero
3 uova
scorza di un limone
80 gr di olio EVO
220 gr di latte
400 gr di farina 00
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito


PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 160°. Montare le uova con lo zucchero per 5 minuti. Aggiungere l'olio, la scorza di limone, il latte e montare ancora. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e il sale. Montare ancora. Se avete un robot da cucina mettete tutto insieme e fate girare per un paio di minuti a velocità media.
Versare il composto in una forma da ciambella imburrata e infarinata (io ho usato quella di Guardini...fantastica!). Spolverizzare la superficie con un po' di zucchero e infornare per 50 minuti.

8 commenti:

  1. buonaaaaaa...io la faccio simile però al posto del latte ci metto l'acqua...è un trucchetto per farla un pò più leggera per chi ha problemini con la bilancia!!!da provare ciao Dany

    RispondiElimina
  2. Ma quanto sono buoni i ciambelloni!? Io li mangerei sempre a colazione, merenda, pranzo..e cena! Li adoro! E questo, seppur semplice, è meraviglioso!

    RispondiElimina
  3. Ma che buono questo ciambellone...ne posso apprezzare la fragranza e la morbidezza. E quella manina meravigliosa??? Anche quella e' da mangiare!

    RispondiElimina
  4. chissà qual era il segreto della nonna.. non si può nemmeno dire "il forno", se l'inimitabilità si estende alle zucchine e alle polpette! Intanto mi pare che gnometto apprezzi anche la tua versione :)

    RispondiElimina
  5. E' più morbidosa la torta o gnometto?! Io stas quiche e frittata alle verze di Cookthelook per il pranzo in famiglia!baci!

    RispondiElimina
  6. eeeeeeeh le nonne,,, non c'è nulla da fare...sono impareggiabili...

    RispondiElimina
  7. Che tenerezza infinito quella manina piena di bricole :-))
    Passo di qua anche per invitarti a partecipare al contest di Natale che ho lanciato sul mio blog, ci sono dei bei premi, sono sicura che anche tu hai la ricetta perfetta da proporre!
    Buona giornata
    Fico&Uva

    RispondiElimina
  8. Questa ricetta è un vero must! Ed è venuta davvero bene :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...