mercoledì 8 giugno 2011

Benvenuti da me...gradite una gelatina di tè?


 Prego, entrate pure nella mia casa al mare...



Gli enormi oleandri che vedete sono stati piantati dai miei nonni materni tanti anni fa, quando hanno costruito questa casa. 
Io non ero ancora nata...forse nemmeno la mia mamma!



Questo è l'angolo di giardino nato con me e con i miei genitori! 
Diciamo la verità, il mio pollice non è proprio verde...direi più nero dato che nemmeno una pianta grassa mi sopravvive...evidentemente questo tipo di talento non si trasmette nel DNA!
Quando ero piccola qui sorgeva un bellissimo salice piangente.
Io giocavo sempre lì intorno, facevo finta di essere come Tarzan (per non dire Cita) e mi attaccavo ai rami come fossero liane...e poi tornavo in casa piena di insetti ovunque!
Quindi il salice ha lasciato il posto ad un fico...ma i fichi erano decisamente troppi e il pavimento del giardino era diventato impraticabile. Mia madre, maniaca della pulizia, ha deciso che la pianta ideale doveva essere una palma...bellissima e poco impegnativa!
Vedete tutte quelle minipalmette? Pensate, erano piantine regalate negli anni ai miei da amici e parenti, quelle con il tronchetto sottile e senza fiori per intenderci...piantate qui in questa terra magica sono diventate giganti!
Poi, come potrete notare, mia madre ama i gerani...si dice allontanino le zanzare, ma è una leggenda, credetemi!



Eccolo, è il limone di cui vi ho parlato tante volte...
Vorrei farvi sentire il suo profumo...
Notate quella minucola casetta sotto i rami? 
Gn-ometto ha voluto sistemare lì la sua "dependance"...il suo gioco preferito in questo momento è quella casetta...



Benvenuti nella mia cucina!
Questa è la credenza che ho ereditato dalla mia nonna paterna. Non è bellissima?
Mio padre da piccolo l'aveva dipinta di arancione, ma era decisamente da rimettere a posto perciò ho scelto di trasformarla un po'...la adoro!
In uno di quei cassettini che vedete sulla destra, mia nonna nascondeva il suo libro di ricette...ed è proprio lì che l'ho trovato quando se ne è andata qualche anno fa!


Vi offro un tè speciale...al cucchiaio! Vi va?
Ci aggiungo anche una ciliegina. Uno spuntino fresco e leggero da servire in terrazza.
Grazie per essere passati a trovarmi.
Buona giornata!

Grazie a  Villa D'Este Home per la splendida tovaglietta




INGREDIENTI

500 ml di acqua
1 cucchiaino di agar agar
2 cucchai di miele millefiori
2 cucchiai di tè rooibos "Colline in fiore"  gentilmente offerto da Coccole - Momenti di piacere
ciliegie denocciolate

PROCEDIMENTO

Far sciogliere l'agar agar in una tazzina di acqua e portare ad ebollizione con 500 ml di acqua per 2 minuti. Spegnere il fuoco e aggiungere le foglie di tè. Lasciare in infusione per 6-7 minuti. 
Filtrare il tè con un colino e dolcificare (potete aggiungere più miele se vi piace molto dolce).
Riempire delle ciotoline (io ho usato quelle di Atmosfera italiana) e sistemare in ognuna delle ciliegie denoccolate. 
Lasciare raffreddare in frigorifero per almeno 2 ore.


21 commenti:

  1. che splendide foto, e che bella ricetta !!!
    Complimenti !!

    RispondiElimina
  2. che bella la credenza! e carina l'idea delle gelatine al tè..per me che sono un'amante del tè e di tutti i suoi riti, rinunciarci in estate è una tortura, ma con queste gelatine non dovrò più sacrificarmi..mi segno la ricetta ;)

    RispondiElimina
  3. Le foto sono davvero belle! Caro

    RispondiElimina
  4. Ma sai che è un'idea fantastica per un dessert leggerissimo ed estivo? :)
    Quella credenza è adorabile, mi piacciono i mobili vintage pieni di storia e ricordi *.*

    RispondiElimina
  5. ciao...mi sembra ottima...ti va di donarla ala mia raccolta?
    adoro le piante di limoni, mio zio ne aveva uno enorme vicino a casa e ho sempre voluto metterne uno nel mio giardino...ma non l'ho ancora fatto. baci

    RispondiElimina
  6. Gradisco eccome! Complimenti per le foto carissima! Bacione!

    RispondiElimina
  7. Quante volte abbiamo giocato in quel giardino!!
    Una volta che scendo al mare, vi vengo a trovare e mi offri quella meraviglia di gelatina di tè.

    RispondiElimina
  8. Che bei ricordi... questa casetta è deliziosa e t'invidio tantissimo l'albero di limoni, ne vorrei uno pure io ;) Mia madre da poco ha piantato un paio di gerani davanti alla mia stanza, devo dirle che la storia delle zanzare è una bufala :D Delicatissimo questo dessert, e anche particolare. Buona serata :)
    Barbara

    RispondiElimina
  9. Geniale questa ricetta!
    complimenti
    simona

    RispondiElimina
  10. mi associo ai complimenti, un dessert fresco, molto particolare, lo proverò quando farà caldo, per ora piove e fa freddo a Torino, sembra autunno
    invidio la tua credenza, deliziosa

    RispondiElimina
  11. bellissima la tua credenza e sfizioso il tuo tè

    RispondiElimina
  12. carinissima la cucina e che particolare il te in gelatina!

    RispondiElimina
  13. ops...scusa...
    Dicevo...questo post è magico. Bellissimo il giardino, adoro la tua credenza. E la gelatina di tè è fa-vo-lo-sa!!!!

    RispondiElimina
  14. Grazie dell'invito ;-) Accidenti che angolo di paradiso!!!! Stupendo!

    RispondiElimina
  15. quella credenza è fantastica :) sa di azzurro di alice nel paese delle meraviglie! e le gelatine sembrano deliziose.

    RispondiElimina
  16. Che bel giardino, e la tua ricetta ....viene voglia di andarla a provare, sembra fresca e dissetante!
    Sei veramente brava, mi sono unita ai tuoi follow così da tenermi aggiornata!!
    Ciao Sabry

    RispondiElimina
  17. What a nice History!!
    kisses from your follower ♡


    www.welovefur.blogspot.com
    http://littlesable.tumblr.com/
    With love Little Sable

    RispondiElimina
  18. Sto arrivando!!! mi prepari anche i tuoi tramezzini con la frittatina di verze?!;)

    RispondiElimina
  19. Arrivo! un bacio a tutti Queen Victoria

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...