lunedì 14 marzo 2011

Cosa cucino: la Gricia



24 ore a Roma con la mia amica Laura...che felicità!
Parlo sempre di lei...ormai la conoscete tutti...
Il fatto è che mi mancano le nostre chiacchierate, le cenette light, lo shopping, la prima notte da laureata a casa sua, le lacrime d'amore, la preparazione dei suoi seminari in inglese, e i suoi tentativi di farmi capire qualcosa della sua amata biologia...tante cose con lei, perciò ogni tanto devo vederla...peccato ci fossero anche i nostri mariti...!!!
Comunque, bando ai sentimentalismi...volevo raccontarvi questo: vivo a 180 km da Roma, quindi vado spesso durante l'anno, anche solo per una giornata...ma in tutta la mia vita non avevo mai assaggiato La Gricia!
Come ho potuto vivere senza?
Si tratta di una pasta alla amatriciana senza sugo... una carbonara senza uovo...un'esperienza per il corpo e per l'anima! Non so se riuscirò mai a farla a casa, buona come quella che ho mangiato sabato sera alla trattoria Dar Moschino a Garbatella. 
Proverò la ricetta che ho trovato qui, ma se qualcuno ne conosce una migliore sarò ben lieta di sperimentarla!
Vi consiglio, inoltre, una passeggiata a Garbatella...un quartiere meraviglioso che ho scoperto solo negli ultimi mesi!
Grazie Lau!





29 commenti:

  1. Mazza bona!!! Non me la fa' vede' che mi sono ripromessa di mettermi a dieta da oggi!
    xxx
    Debora
    http://glamorouscircusblog.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. wow!
    che bel blog!!!!!!
    se vuoi passa da me.....

    RispondiElimina
  3. Che voglia di gricia e che voglia di un weekend romano!

    RispondiElimina
  4. vedi! a saperlo, ci si vedeva per un saluto! alla prossima!

    RispondiElimina
  5. Non l'avevo nemmeno mai sentita nominare!
    Semplice e saporita.. me fai venì 'na voglia!!! (si, il mio romano è alquanto improbabile!)
    Baci e buona settimana!

    RispondiElimina
  6. buona la gricia!!!
    la tua foto..."me fà venì nà fame"!!! ahah
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  7. e ma che bbbona sta pasta!

    RispondiElimina
  8. vado a vedere la ricetta sembra buonissima

    RispondiElimina
  9. Ottimo piatto di pasta, senza sugo... Bello il tuo blog, se ti va passa dal mio, ciao.

    RispondiElimina
  10. Ciao cara!!!
    Sei invitata ufficialmente a partecipare al mio primo contest!!!
    Un bacione!
    Dada ^.^
    http://lericettedellamorevero.blogspot.com/2011/03/cosa-sforno-oggi-primo-contest-delle.html

    RispondiElimina
  11. ehehehehe...una pasta che è una meraviglia!Io l'ho mangiata spesso qui a Roma, ma quando capita la rimangio volentierisssssimo :P

    RispondiElimina
  12. ehi ma tutte a Roma???fatemelo sapere la prossima volta;-)

    RispondiElimina
  13. come resistere alla matriciana ????che tenzazione,questo piatto è una squisitezza!!

    RispondiElimina
  14. che buona! è uno dei piatti che mangio più spesso (iniseme ai carciofi) quando sono a roma! una delizia del palato :P

    RispondiElimina
  15. Eh Eh tesoruccio....infatti non si può vivere senza!!!!!!
    Buonissima, brava!!

    RispondiElimina
  16. grazie per la tua graditissima visita e complimenti per il blog!!
    ps: io adoro la gricia
    ciaoooo

    RispondiElimina
  17. mai sentita nominare, ma l'aspetto è ottimo!Un abbraccio.

    RispondiElimina
  18. hai un bel blog,complimenti! E come si può vivere senza questa gricia meravigliosa???? ;)

    RispondiElimina
  19. assolutamente non conoscevo questa pasta...ma l'idea mi attira e la provero' al piu' presto...!!!!!!!

    RispondiElimina
  20. sono proprio queste meraviglie che mi impediscono di rimanere ferrea nelle mie decisioni alimentari "sane" ! :D come se fa a resiste!!!

    RispondiElimina
  21. mi tenta molto questa ricetta
    saporitissima
    la provo subito
    baci katya

    RispondiElimina
  22. MAI MANGIATA LA GRICIA???? davvero: come hai fatto a vivere senza? da brava romana l'ho mangiata Moooolte volte :)
    ricetta perfetta, io di olio ne metto poco, tanto c'è il grasso del guanciale che si scioglie per benino! La gricia è di gran lunga migliore delle più famose sorelle amatriciana e carbonara!
    BRAVA!

    RispondiElimina
  23. Io sono la regina della matriciana...e sono intollerante all'uovo...grande idea!!!La provo di sicuro!p.s. e mio marito è romanista, malato...

    RispondiElimina
  24. Ma che buona!!!!Ho di nuovo fame!

    RispondiElimina
  25. adesso ho due trattorie dove andare a mangiare quando a maggio andrò a Roma, la tua e quella di Passiflora... di fame non morirò!!

    RispondiElimina
  26. Amica, grazie per il bellissimo post! Non mi fai però una bella pubblicità: una nutrizionista che ti porta a mangiare dar moschino...nun se pò senti'! ;-) Torna presto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...