martedì 30 novembre 2010

Voglia di novità!

Vi piace la nuova veste grafica di Cookthelook?
A me sembra tutto più carino e ordinato e a voi?
Certo, manca un po' di rosa, ma non preoccupatevi, gli ingredienti restano gli stessi: moda, frivolezza, golosità, pettegolezzi, bellezza, spensieratezza, amicizia e una buona dose di sana ironia!
Grazie alle lettrici che mi sostengono...e, in anticipo, a quelle che verranno!
Continuate a seguire CooktheLook anche su Facebook, Twitter e Bloglovin.
Baci baci.

Cosa cucino: Muffin banana e cannella




Il Banana Bread è forse il dolce americano che preferisco, ma ogni volta che ho voglia di cucinarlo con la ricetta originale ho da discutere con la misurazione in CUP! Per chi come me non ha mai capito cosa vuole veramente dire 1/2 cup...questa è la ricetta  tradotta in grammi. 
Io ho aggiunto la cannella perchè trovo che con la banana sia in connubio perfetto. 
Vi consiglio di tagliare i muffin a metà e di riempirli di Nutella...ma io non vi ho detto niente, sono a dieta!!!


INGREDIENTI

50 gr burro fuso
1 uovo
2 banane
100 gr zucchero di canna
300 gr farina 00
2 cucchiaini lievito
130 ml latte
un pizzico di sale
cannella a volontà

PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 200°. Preparare una crema lavorando la polpa delle banane con la forchetta.  Sbattere le uova con una frusta a mano e unire poco per volta il burro fuso (una volta raffreddato) e la crema di banane. Aggiungere pian piano il resto degli ingredienti (prima la farina, lo zucchero e il lievito , poi il latte, per ultimi un pizzico di sale la cannella). Inserire a cucchiaiate l'impasto in uno stampo da muffin e infornare per 20 minuti.

lunedì 29 novembre 2010

Come mi vesto: Pelliccia sì, ma ecologica






Ho in mente questo post da un po' di tempo, ma poi ogni volta rinuncio a scriverlo perchè io non sono proprio un'amante della pelliccia, vera o ecologica che sia! Ma quest'anno è di gran moda...ed io non so più cosa pensare! Certe volte mi piace e certe altre la trovo supercafona...non sta bene a tutte...non sta bene su tutto...non so, non mi convince! Certo, alle celebrities che ho scelto nelle foto non sta poi tanto male, anzi...
Comunque mi sono documentata e ho cercato qualche pelliccetta carina ed economica da comprare online. Io ci penso, e voi?

Zara
Zara
Topshop


Topshop
Asos
Asos

Cosa cucino: Torta all'arancia con fichi e noci


Mi è stato regalato un enorme vasetto di marmellata di fichi fatta in casa...vi anticipo già che diventerà ingrediente di molte delle prossime ricette, altrimenti non riuscirò mai a finirla! Questa torta ha proprio il sapore delle feste natalizie secondo me. A casa ha avuto un grandissimo successo ed è anche molto carina da servire a tavola, accompagnata magari da un cestino di noci, nocciole e mandorle.
Buon inizio settimana a tutte voi!



INGREDIENTI

300 gr farina 00
2 arance
75 gr burro
250 gr zucchero
1/2 bustina lievito
pizzico di sale
6 cucchiai di marmellata di fichi
10 noci


PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 180°.  Grattugiare la scorza di 1/2 arancia. Mescolare il burro ammorbidito con lo zucchero e la spremuta di 2 arance. Unire poco per volta la farina, il lievito, un pizzico di sale e infine la scorza. Versare l'impasto in una torniera foderata con carta forno e distribuire sull'impasto i cucchiai di marmellata e le noci frantumate a mano. Infornare per 30 minuti.

domenica 28 novembre 2010

Cosa mi metto: La collana con il nome

Tendenza di qualche anno fa, lanciata come tante altre dalla serie tv Sex and the City, la catenina con il nome è tornata ad essere un must have! C'è chi la sceglie argentata, dorata, con i brillanti, con il nome del fidanzato, del cane, dell'amante...è un accessorio che mi piace molto. 
Sta bene con tutto, è piccola, luminosa e non disturba...a meno che il vostro nome non sia Mariantoniettaelisabettaromualda! 
Potete trovarla in gioielleria, ma se volete togliervi lo sfizio senza spendere troppo, vi consiglo di dare un occhio a questo  Sito!

sabato 27 novembre 2010

Un pomeriggio in profumeria


Dio creò la donna...e poi le profumerie!
Quando entro in una profumeria vengo travolta dai profumi, dai colori, i riflessi degli specchi, le immagini di donne bellissime, con la pelle perfetta, le labbra perfette, gli occhi perfetti e i capelli perfetti...e desidero essere perfetta anche io!
Ieri mi è successo ancora...sono entrata in una profumeria e improvvisamente sentivo il bisogno di comprare tutto! Poi, sono per un attimo tornata in me e mi sono detta "Cosa mi serve REALMENTE!?...Niente!" e così ho girato, girato e girato finchè ho visto loro, le PERLE ROSA di Guerlain! Non sapevo cosa fossero e a cosa servissero, ma le volevo...ne avevo bisogno...comprate, ovvio!
Questa mattina, dopo aver messo la crema idratante, ho applicato il mio nuovo gel con le perle che dona un effetto luminoso (ma non lucido!) alla pelle, riduce gli inestetismi, dona un colorito perfetto a qualsiasi incarnato ed è la base ideale per il trucco...e profuma anche!
Chi non mi conosce penserà che sono una perfezionista del make up, una che al mattino si sveglia già perfetta e truccata come Brooke Logan...esattamente il contrario...mi vergogno a dirlo, ma sono talmente tanto pigra che a volte non ho nemmeno voglia di mettermi la crema idratante...però amo le profumerie e i cosmetici da sempre...anche se mi trucco raramente!
Oltre alle perle ho comprato anche uno smalto argentato di Givenchy e mi hanno regalato un tester del nuovo mascara con la testina tonda...oggi forse mi truccherò! Buon sabato a tutte voi!


venerdì 26 novembre 2010

Cosa cucino: Pollo al curry

Una delle tante cose del vivere a Milano che mi manca è non poter mangiare pietanze etniche tutte le volte che lo desidero. Giapponese, cinese, messicano, africano, indiano...non mi sono fatta mancare niente! Le mie amiche ricorderanno l'indiano che portava cibo a domicilio senza mai capire il mio indirizzo, il take away giapponese sotto casa che mi regalava dei simpatici-orrendi gadget cinesi ogni volta che ordinavo qualcosa, il centro culturale eritreo dove ero l'unica donna...bianca ...con i capelli rossi...che desiderava mangiare con le posate!
Quanti ricordi! Quando mi viene un po' di malinconia, sapete cosa faccio? Il pollo al curry...non sarà la ricetta originale, ma si avvicina molto alla mia idea di etnico...ed è l'unica cosa "esotica" che so cucinare!
Scusatemi per la triste insalatina che vedete in foto, sarebbe stato molto meglio del riso basmati bollito...ma io sono a dieta, o almeno ci provo!

INGREDIENTI

Versione light
6 fettine di petto di pollo
Curry
1/2 cipolla
1 spicchio di aglio
1 bicchiere di latte
1/2 mela gialla
Versione fat
6 fettine di petto di pollo
Curry
1/2 cipolla
1 spicchio di aglio
1 noce di burro
1 bicchiere di panna liquida
1/2 mela gialla


PROCEDIMENTO

Tagliare a dadini il pollo e rosolare in una padella antiaderente con poco olio (e burro se volete fare la versione fat), la cipolla tagliata a pezzi piccolissimi e l'aglio vestito. Quando sarà cotto, ma non abbrustolito, togliere l'aglio e aggiungere il latte (o la panna) e il curry (1 cucchiaino). Lasciar ritirare bene la parte liquida e concludere la cottura aggiungendo degli spicchi sottili di mela. Servire con riso basmati.

Come mi vesto: Party dress

Amo alla follia la nuova collezione Evening di Zara, in particolare gli abitini che vedete in queste foto. Li trovo perfetti sia per un evento mondano chic , indossati con decoltè tacco 12, cappottino e pochette, sia per un appuntamento "aperitivo lungo" con gli amici, abbinati a ballerine, giacchino corto e tracolla. In tutti e due i casi, mi piace immaginarli con i capelli raccolti in una semplice coda, orecchini vistosi e rossetto sgargiante...
Quello rosso è perfetto per la notte di Natale, mentre per Capodanno mi butterei sul tutù...
Li adoro e basta! Chi la pensa come me alzi la mano!


giovedì 25 novembre 2010

Cosa cucino: Torta di pere e mandorle








Mia nonna cucinava cose molto semplici, ma dal sapore inimitabile...ricetta alla mano, era impossibile riprodurre quello che lei faceva con una naturalezza estrema...le zucchine trifolate, la torta rustica e il tè addirittura ...il suo era strepitoso, eppure il tè si fa con l'acqua e i filtri, niente di più! 
Qualche anno fa ho ricevuto in eredità il suo quaderno di ricette e da tempo provo a preparare la torta di pere. Dopo molti tentativi, sono riuscita a raggiungere dei risultati notevoli...ma mai la perfezione di quella originale, morbida dentro quasi come una crema, "ariosa" quanto basta, e dorata dallo zucchero fuori...
In questo caso l'allieva non supererà mai la maestra...ciao Nonna!

 

INGREDIENTI

2 pere abate
100 gr farina di mandorle
50 gr farina 00
110 gr zucchero
1 cucchiaino lievito
2 uova
60 ml latte
100 gr burro fuso

PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 180°. Tagliare le pere a spicchi. Far fondere il burro e lasciare che si raffreddi. Intanto unire in un recipiente le farine e il lievito. Mescolare le uova con lo zucchero. Aggiungere il latte e 80 gr di burro fuso  e pian piano le farine con il lievito. Mescolare bene evitando che si formino grumi. Rivestire una tortiera con carta forno e versare l'impasto. Disporre le pere a raggiera (ogni spicchio deve tagliare l'impasto) in modo che non restino spazi vuoti. Cospargere con lo zucchero e 20 gr di burro fuso e infornare a 180° per 40 minuti. 

Cosa mi metto: Il make up da oscar

Laura Marcier inizia la sua carriera come truccatrice a Parigi ancora giovanissima. Diventa sempre più brava, tanto che molte case di cosmetici la vogliono nel loro team. La sua fama arriva anche negli Stati Uniti e Madonna, Sarah Jessica Parker, Gwyneth Paltrow la scelgono come make up artist personale.
Lei, nel frattempo, crea una linea di prodotti favolosi che portano il suo nome. Ombretti, rossetti, creme per il viso e per il corpo, fard, creme colorate...tutto di ottima qualità, di facile utilizzo e non eccessivamente costoso. Da poco questi prodotti sono in vendita anche in Italia sul sito saccani.com, e stanno andando a ruba. Io mi sono innamorata a prima vista dello sbrub per il corpo al pistacchio, e di altre due cosucce...magari Babbo Natale me le farà trovare sotto l'albero!
Fatemi sapere cosa ne pensate...buona giornata, per ora!



mercoledì 24 novembre 2010

Cosa cucino: Taralucci di farro con marsala e uvetta


Decisa a perdere qualche chilo prima di Natale senza voler rinunciare a cucinare e mangiare i miei dolcetti, mi sto dando alle ricette light, diet, senza uova, burro, latte...ma non senza dolce!
Ecco i Tarllucci che ho preparato ieri pomeriggio. A prima vista le reazioni non sono state entusiasmanti, ma l'assaggio ha decisamente superato le aspettative. Sono rimasti solo i tre che vedete in foto...
Io li ho accompagnati con una sana spremuta di arancio, ma anche con un buon vinello non sono male...

INGREDIENTI

250 gr farina 00
250 gr farina di farro
200 gr zucchero
2 bicchieri di marsala
1 bicchiere di olio
uvetta in quantità
1/2 bustina di lievito

PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 180°. Lasciare ammorbidire l'uvetta in acqua tiepida. Unire le farine, lo zucchero e il lievito in un grosso recipiente, e aggiungere poco per volta l'olio e il marsala. Continuando ad impastare con le mani, aggiungere l'uvetta. Con la pasta creare tanti serpentelli lunghi circa 15 cm e unire le estemità formando degli anelli. Sistemare i tarallucci su una placca ricoperta di cartaforno. Cospargere con zucchero e infornare per 20 minuti.

martedì 23 novembre 2010

Cosa cucino: Insalatona vegana




Care lettrici, dal momento che non siete tutte onnivore, mi sembra giusto ogni tanto dedicare qualche post a quelle di voi che sono vegetariane, vegane, macrobiotiche...fruttariane...altro? Vi è piaciuta la crostata di more senza frolla?  Se si, apprezzerete di certo anche questa ricetta.
Questa insalata è come sempre una mia idea salvacena del tipo: non ho voglia di cucinare, non ho niente da cucinare, qualcosa in frigo sta per scadere, è domenica sera, tuo marito non vuole mangiare anche oggi pizza, il nanetto non ha intenzione di andare a letto! 
Con l' insalata e qualche altro ingrediente puoi fare tanto...questa è così buona e bella da vedere che potreste proporla anche durante una cena. Fidatevi di me...


INGREDIENTI
Mix di insalate morbide (tipo valeriana, soncino, rucola)
1 barattolo di fagioli di soia (si trovano in tutti i supermercati ormai)
1 confezione di tofu sottovuoto
1/2 mela verde
qualche noce
1 limone

PROCEDIMENTO
Lavare l'insalata e tagliarla lasciando le foglie piuttosto grandi. Scolare i fagioli di soia e lavarli bene sotto l'acqua corrente. Aggiungerli all'insalata insieme al tofu tagliato a cubetti piccoli, alle noci e a qualche spicchio sottile di mela. Condire con olio, limone e sale.



Mi vesto come...una Principessa!

Non capita proprio a tutte di prepararsi per essere presentate al mondo come la fidanzata ufficiale del Principe William di Inghilterra! La bella Kate Middleton ce l'ha fatta e dopo anni e anni di lunga attesa, finalmente è stata invitata a Corte... 
Per l'occasione ha anche ricevuto un piccolo cadeau de mariage...un anellino di brillanti e zaffiro che si intonava perfettamente al suo abito e che la rendeva particolarmente "raggiante"! 
L'Inghilterra è letteralmente impazzita per lei...soprattutto le ragazze inglesi, che hanno preso d'assalto tutti i grandi store di Londra per potersi accaparrare il vestito blu di Kate firmato dalla stilista brasiliana Daniella Issa Helaye, per soli 460 €...nemmeno tanti vista l'occasione, no?!
Se anche voi desiderate un vestito da principessa, potete trovare qualcosa di simile online...a meno di 500 €! Ma se già possedete un anello simile a quello di Kate...non vi serve altro!

Mango
Closet

lunedì 22 novembre 2010

Cosa mi metto: il Signor smalto

Beyonce


Qualche tempo fa ho notato che  mia nipote di 11 anni, espertissima in fatto di smalti, aveva ritagliato tanti piccoli cuoricini con l'adesivo nero per attaccarli sullo smalto...pensavo fosse l'ultima moda dell'età preadolescenziale, un gioco da bambine! 
E poi scopro di non essere più la giovane zia che di tendenza se ne intende, ma una zia "out" che non conosce MINX, l'ultima frontiera della nail art.
Star del calibro di Katy Perry, Beyonce, Lady Gaga e Rihanna non possono più farne a meno ed esibiscono le loro manicure scintillanti in tutti i loro video e sul red carpet. 
Non si tratta di uno smalto, ma di una pellicola adesiva che viene adattata perfettamente all'unghia, senza sbavature, senza dover passare due o tre mani di smalto, senza dover aspettare 20 minuti perchè si asciughi (...per poi toccare e rovinare tutto!), senza smalto, insomma!
Questo adesivo può essere di mille colori, ovvio, e anche personalizzato con le immagini che preferiamo. Rihanna, per esempio, ha voluto un adesivo che ritraesse l'immagine di Obama, mentre Katy Perry si è regalata una manicure con gli umpa lumpa della Fabbica di cioccolato per il suo compleanno. 
Le vostre mani resteranno perfette per almeno 5 giorni, e i piedi per 2 settimane. Provare per credere!
Date un'occhiata al SITO.

Rihanna
Katy Perry
La top model Agyness Deyn
Lady Gaga

Il Cioccolato personalizzato!



Avete mai provato a fare i cioccolatini? Difficilissimo...soprattutto se, come me, avete fatto questo esperimento ad agosto! Risultato? Cucina completamente da pulire e numero di cioccolatini di forma decente...ZERO!
Se comunque volete tentare, senza sporcare, con gli ingredienti che preferite, in poco tempo, con pochi sforzi e realizzare una bella tavoletta personalizzata...cliccate QUI.
Più semplice di così non si può, no? Sul sito di Miraqo potete scagliere il vostro cioccolato fondente, al latte o bianco e riempirlo di tantissimi ingredienti come, uvetta, fagole, fichi, mele, cachi...
La vostra barretta arriverà direttamente a casa e potrete offrirla con il caffè o con un buon rum ai vostri amici dicendo "buona vero? è una mia creazione!".
Idea carina anche per i regali di Natale! 
Io ho già scelto la mia tavoletta: cioccolato fondente con cachi e pere!
E voi?

domenica 21 novembre 2010

Cosa cucino: Crostata di more senza frolla

Una domenica mattina ti svegli e non hai nemmeno un dolcino goloso per fare colazione...
Prepari una crostata? Non puoi perchè nel tuo frigo mancano il burro e le uova. 
A questo punto ci si può vestire e andare al bar a fare colazione, oppure ci si può accontentare delle sfigatissime fette biscottate...oppure si può preparare una crostata senza uova e senza burro...io l'ho fatto!
 Il risultato vi sorprenderà...la consistenza non è proprio quella di una frolla, sembrerebbe più un impasto lievitato...il sapore è molto gradevole, ottima per la colazione e la merenda.
Per le più pigre comunque è sempre meglio mandare qualcuno al bar a prenderci una brioche!




INGREDIENTI
400 gr farina 00 (io ho messo 350 di farina 00 e 50 di farina di mandorle perchè dovevo finirla)
2 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di olio
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 barattolo di marmellata di more (o quella che preferite)
un pizzico di sale
la scorza di un limone

PROCEDIMENTO
Preriscaldare il forno a 180°. Mescolare la farina con lo zucchero, il lievito e la scorza di limone grattugiata. Aggiungere poco alla volta l'olio e poi 1 bicchiere di acqua (aggiungetene ancora se la pasta non si amalgama bene, ma non esagerate...). Continare ad impastare fino a creare una massa morbida ed elastica e aggiungere un pizzico di sale (la massa si attaccherà un po' alle mani). 
Stendere la pasta tra due fogli di carta forno perchè altrimenti dovreste aggiungere altra farina e si seccherebbe troppo.
Posizionate la pasta su una teglia da forno e cospargetela di marmellata (allungata con poca acqua). Infornate a 180° per 35/40 minuti.

sabato 20 novembre 2010

Cosa cucino: Torta di castagne



Quando si pensa alla torta di castagne, si immagina di doverle bollire, sbucciare una per una, togliere le pellicine, frullarle...insomma, a me personalmente passa la voglia! Questa ricetta, invece,  è veramente facile e veloce, da fare all'ultimo momento. Vi racconto come è nata...
Vi capita mai di comprare al supermercato qualcosa che siete sicuri non userete mai, ma che comunque volete provare...? A me capita spesso, e poi mi ritrovo a leggere la scadenza quando è troppo tardi...
La farina di castagne, sistemata per bene qualche mese fa nella mia credenza tra il barattolo di soia e il sacchetto di legumi, urlava pietà...non voleva finire nella pattumiera come tante farine "strane" (soia, kamut, grano saraceno) viste passare di settimana in settimana. Ho cercato il modo più veloce per cucinarla...giusto per darle un'ultima occasione ed infine l'ho salvata!
Ho preparato questa ottima torta, perfetta per un dopo cena, accompagnata da un buon vino cotto. 
Magari tagliatela a quadrotti e sistematela in un cestino insieme a dei cantucci, così si può spizzicare un po' per volta.




INGREDIENTI
300 gr  di farina di castagne
50 gr di zucchero
250 ml di latte
2 cucchiai di olio
scorza di 1 arancia
pinoli, uvetta e noci in quantità

PROCEDIMENTO
Preriscaldare il forno a 180°. Lasciare ammorbidire l'uvetta in acqua tiepida per 10 minuti. Unire la farina di castagne allo zucchero e aggiungendo poco per volta il latte e l'olio. Mescolare per bene. Se l'impasto risulta troppo duro, allungare con un po' di acqua. Aggiungere l'uvetta ben strizzata, più della metà dei pinoli, le noci e la scorza d'arancia grattugiata e riempire una tortiera ricoperta con carta da forno. Distribuire sulla superficie i pinoli rimasti  un filo di olio. Infornare per 1 ora a 180°. Spolverizzare con zucchero a velo.

venerdì 19 novembre 2010

SHOPPING ONLINE LIST


Due giorni molto impegnativi...navigare e navigare online senza sosta...alla fine ho comprato tanti regalini di Natale (che non posso mostrarvi perchè sono sorprese per le amiche) e qualche altra cosina per me...!
Ho deciso di anticipare il Natale per le mie lettrici e quindi ecco qui il mio regalo per voi... una bella lista di siti molto carini per lo shopping online. Molti magari li conoscete già, ma apprezzerete il mio lavoro...metterli tutti insieme è frutto di mooolto studio e ricerca!


Se avete una Carta di credito POP

Mon Showroom   

Se avete una Carta di credito GOLD


 Se desiderate qualcosa di particolare






 




Cosa cucino: Pollo alla senape...di via Caminadella



 Questo piatto è un tuffo nei ricordi della mia vita universitaria e della mia amica Caterina che me lo preparava spesso! Quanti esami preparati insieme mangiando pane e salsiccia a casa mia e pasta con i gamberoni, o maiale al profumo di arancia e altre cose molto raffinate da lei...peccato non possa più leggermi da quando le hanno bloccato l'accesso a CooktheLook in ufficio...
Una ricetta facile, come sempre, e molto gustosa. Certo, per una volta mettete da parte la dieta e concedetevi questo pollo non proprio light...ma ne vale la pena!
Potete servirlo anche a bocconcini, magari per una cena con amici, o per un aperitivo a buffet.
Grazie per la ricetta Cate!


INGREDIENTI
6 fette di petti di pollo non troppo alte
farina
1 cucchiaio di senape
1 o 2 tuorli
3 cucchiai di panna (o 2 cucchiai di panna e uno di latte)

PROCEDIMENTO

Infarinare le fettine di pollo e soffriggerle con poco olio in una pentola antiaderente. Nel frattempo preparare la salsina alla senape sbattendo i tuorli e aggiungendo la senape e poi la panna. Quando il pollo sarà ben dorato, completare la cottura aggiungendo la salsa.


giovedì 18 novembre 2010

Come mi vesto: I LOVE JEANS cap.2

Ecco un'altra marca di jeans da superstar che non può assolutamente mancare nel nostro armadio...questo almeno secondo la mia più fidata consulente di jeans...quella che per prima anni e anni fa mi ha mostrato i 7  For All man kind...una che , come me, non bada a spese in fatto di jeans!
I Citizens of humanity sono effettivamente un bel po' sopra il mio budget...ma potete trovarli in saldo qui!
Se avete altro da suggerirmi ...intanto io vi aspetto alla prossima puntata di I Love Jeans!


Oggi Shopping online...Cap. 2


Siete curiose di sapere come è andata a finire la mia giornata di shopping? Ovviamente non è ancora finita... troppe le cose che vorrei, troppe cose favolose, troppi i "ciaffi" (come direbbe la mia amica Chiara) di cui sento il bisogno impellente...pochi i soldi, poche le occasioni mondane per indossare un miniabito monospalla verde di chiffon con sandalo tacco 12...
Insomma, ho preso qualcosa per il nanetto (da brava mamma!) e altre due cosine per me da Zara e Asos. 
L'abitino che vedete è un jolly, si indossa con stivaloni bassi e cardigan, o con tacchi e giacchino...utilissimo secondo me.
Il Parka è uno sfizio...ho mille giacconi, ma questo è stato sempre un mio desiderio...mi immagino ad un rock festival, sotto la pioggia, con gli Hunter a camminare nel fango...
L'abitino con il parka sta decisamente male...ma questa è la mia doppia anima...devo ancora capire se sono più una brava signora o una rockettara!
Sto per andare all'attacco di TopShop...

ZARA...molto bon ton non vi sembra!?



ASOS...io l'ho preso color kaki...fa molto Kate Moss, no?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...