lunedì 28 luglio 2014

Cosa cucino: La frittata di nonna Loredana

Qualche sera fa io e Gn-ometto eravamo soli e ci siamo praticamente auto-invitati a cena a casa della sua amichetta Vittoria.

Mi è stato anticipato il menù mentre i bambini erano in piscina e io pietosamente elemosinavo un invito.
Uova e patate.
Ho pensato ad un tortilla, poi all'uovo al tegamino con le patatine fritte, poi alle patate bollite con le uova sode...e poi mi è stato svelato l'arcano!
La nonna di Vittoria, la Signora Loredana, ha cucinato la frittata più buona che io abbia mai mangiato.

So che si tratta di una ricetta estremamente semplice e scontata per molti di voi e so che mi prenderete per matta, ma giuro che io non l'avevo mai mangiata e mi è piaciuta un sacco.
Ho voluto subito riproporla a casa mia anche perché Gno-ometto il giorno dopo mi ha detto tutto contento che "la frittella della nonna di Vittoria" era buonissima!

Ho preparato già che c'ero, e avendo un sacco di uova fresche, anche la mia frittata preferita che è quella con le cipolle! La ricetta è talmente semplice che mi vergogno a scriverla.

Che dire, preparate una cena a base di frittata e tutta la famiglia sarà contenta!
Se avanza, mettetela tra due fette di pane con una fetta di pomodoro e portatela in spiaggia per il pranzo al sacco del giorno dopo.
La stessa cosa vale anche per gli sfortunati che sono ancora a lavoro.Una bella schiscetta e via!

PS: Loredana mi ha dato anche un'altra dritta. Provate questa stessa ricetta con le patate fritte invece che bollite!



INGREDIENTI

6 uova
1 mozzarella
2 patate
prezzemolo qb
sale e pepe
1 cucchiaio di parmigiano
2 cucchiai di latte
olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO

Sbucciate le patate e tagliatele a fette. fatele bollire per qualche minuti finché non saranno morbide, ma non spappolate.
Sbattete le uova con il latte e aggiungete il sale, il parmigiano e il pepe. Aggiungete anche del prezzemolo tritato.
Infine unite la mozzarella a dadini e le patate fatte raffreddare. Mescolate lentamente e cuocete la frittata in una padella antiaderente ben unta con l'olio. Cuocete prima un lato per qualche minuto e poi, aiutandovi con un coperchio o con un piatto grande, girate la frittata dall'altro lato.
Per non combinare guai durante il capovolgimento (come succede sempre a me!) vi consiglio di cuocerla in forno in una teglia rivestita di carta forno a 180° per 15-20 minuti.

mercoledì 23 luglio 2014

Cosa cucino: Piccole brioches al salmone

Un aperitivo che più facile non si può.
Uno stuzzichino davvero goloso che piacerà a tutti!
Bisogna mangiarle una dietro l'altro finché non se ne può più.

Questo croissant è tanta roba!

Vi mostrerei una foto dell'interno, ma sono andati a ruba e non ho fatto in tempo ad immortalarli come dovevo!

Comunque fidatevi, sono buonissimi!



Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia rotonda
1 confezione di Philadephia
salmone affumicato a fette
1 tuorlo

Procedimento

Tagliate la base di pasta sfoglia a spicchi.
Ne verranno fuori circa 12 se la tagliate prima a metà, poi in quattro parti e poi ogni quarto in tre parti (mi seguite?)
Riempite ogni triangolino con una fettina di salmone e un cucchiaino di formaggio.
Chiudete i triangolini partendo dalla base e arrotolandoli fino alla punta. La punta deve rimanere sotto nascosta altrimenti in cottura si alza e si gonfia.
Sistemate i croissant su una placca da forno rivestita con carta forno e spennellate la superficie con un tuorlo sbattuto.
Cuocete a 180° per circa 15 minuti.

lunedì 21 luglio 2014

Cosa cucino: Frittelle a bastoncini

Non friggo quasi mai, ma quando si tratta di mettere a tavola le frittelle calde faccio un'eccezione.
Ai bambini piacciono tantissimo e Gn-ometto ne va matto!
Ogni tanto si può e si DEVE sgarrare.

Io le preparo a bastoncini perché sono più facili da sgranocchiare e puoi mangiarne di più senza accorgertene e senza sentirti troppo in colpa.

Sono buonissime anche il giorno dopo, quindi se le preparate questa sera, domani potete portarle in spiaggia per fare merenda con i bambini dopo il bagno.

Mangiatele con gli affettati, con il pomodoro fresco o anche senza nulla.
Quanto sono buone...!

Grazie alla mia amica Eleonora, grande cuoca, per avermi svelato il segreto delle sue famose frittelle! Spero di aver fatto un buon lavoro.


La mia piccola amica Cecilia apprezza molto le mie frittelle!


INGREDIENTI

250 gr di farina 00
250 gr di farina manitoba
1 panetto di lievito di birra (25 gr)
1 tazzina di olio extravergine di oliva
un pizzico di zucchero
sale qb
latte intero qb
olio di semi per friggere

PROCEDIMENTO

Sciogliete il lievito in un bicchiere di latte e aggiungete il composto alle farine mescolate con un pizzico di zucchero.
Aggiungete l'olio e infine il sale e lavorate molto bene con le mani.
Aggiungete altro latte finché l'impasto sarà morbido e umido. 
Lasciate lievitare l'impasto per una o die ore all'interno di un recipiente di vetro leggermente unto e coperto con un canovaccio.
Quando sarà praticamente raddoppiato prelevatene delle piccole quantità con le mani (lasciando l'impasto nel recipiente) e formate delle frittelle tonde o lunghe come le mie. Fatene un po' e lasciatele riposare su una spianatoia di legno intanto che l'olio arriva a temperatura.
Quando l'olio è pronto tuffatele dentro una alla volta.
Il lato che era esposto all'aria è quello che va immerso per primo. Dopo un minuto giratele sull'altro lato.
In un paio di minuti le frittelle sono pronte.
Scolatele su carta assorbente e conditele con un pizzico di sale.

giovedì 17 luglio 2014

Cosa cucino: Insalata fredda di lenticchie e pomodori

Ho deciso di mangiare più legumi perché fanno bene e sono anche tanto buoni.

Mi piacciono soprattutto nelle insalate fredde per due motivi:
- non ho voglia di aspettare la cottura
- fa caldo!

L'altra sera avevo a cena un'amica e in fretta e furia ho preparato questa insalata che può essere un antipasto, un primo, un secondo o un piatto unico se la arricchite con pezzi di formaggio o tonno.
A lei è piaciuta davvero tanto e così, anche se si tratta di una ricetta semplicissima, ho deciso di pubblicarla sul blog!

Provatela perché è veloce e buonissima ed è perfetta anche da mettere in un barattolo di vetro e da portare al mare per il pranzo al sacco.

Io oggi provo la versione con i ceci e poi vi faccio sapere!
Buona giornata!




INGREDIENTI

1 barattolo di lenticchie biologiche precotte
5-6 pomodori datterini
capperi qb
olive nere denocciolate qb
1/4 di cipolla di Tropea
sedano a cubetti (facoltativo)
basilico fresco
olio, sale e pepe

PROCEDIMENTO

Scolate le lenticchie e lavatele molto bene all'interno di un colino.
Versatele in un'insalatiera e conditele con i pomodori tagliati a spicchi, le olive, i capperi dissalati, il sedano a cubetti, la cipolla tagliata molto sottile e infine un filo di olio, sale e pepe e abbondante basilico tritato.
Se volete, aggiungete dei dadini di primosale o del tonno al naturale.
Che bontà!


lunedì 14 luglio 2014

Cosa cucino: Torta mandorle e cocco senza grassi

Senza grassi non vuol dire light sia chiaro!
Semplicemente non ho aggiunto olio o burro all'impasto facendomi bastare le mandorle e il cocco che tritati insieme creano una sorta di grasso molto naturale che rende la torta morbidissima.Ve lo assicuro!

Ho aggiunto le gocce di cioccolato fondente perché con il cocco e le mandorle stanno troppo bene ed è venuto fuori un dolcino che non avete idea.
Provatelo perché ne vale davvero la pena.

È super facile come sempre e anche molto veloce da preparare.
Piacerà a tutti, soprattutto ai bambini. A casa mia è durato poco più di 24 ore...

Intanto che fa così freddo io continuo a sterilizzare barattoli di marmellate e a sfornare muffin e plumcake così vi coccolo un po' anche durante le vacanze!

Tante sorprese in arrivo!!!




INGREDIENTI

100 gr di mandorle spellate
150 gr di farina di cocco
100 ml di latte
3 uova
130 gr di zucchero
1 bustina di lievito
150 gr di farina
gocce di cioccolato qb
un pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Tritate le mandorle con il cocco.
Montate le uova con lo zucchero per qualche minuto e poi aggiungete la farina setacciata con il lievito e mescolate ancora con le fruste elettriche.
Aggiungete un pizzico di sale al composto liquido e mescolatelo con il cocco e le mandorle tritate.
Riempite uno stampo da plumcake rivestito con carta forno. Cospargete la superficie con le gocce di cioccolato fondente.
Infornate a 170° per 30 minuti circa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...